Se e in un testo puoi scriverlo tranquillamente in minuscolo. Per esigenze di privacy riporteremo solo il nome di battesimo o la sigla di chi ci scrive. Ho messo in grassetto la parte che chi predilige le minuscole ha spesso ignorato, pensando che si potesse scrivere "tavoliere delle Puglie". Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. Ponte e palazzo + nome proprio: maiuscolo (Ponte Vecchio, Palazzo Farnese 3. Quindi, estate, autunno, inverno e primavera non vanno in maiuscolo a meno che non sono ad inizio frase o sono parte di un nome famoso. Si accetta la soluzione proposta, che è appunto: LUNEDÌ. You have entered an incorrect email address! Avvertimi via email in caso di risposte al mio commento. Italia e il nome proprio quindi devi per forza scriverlo in maiuscolo. pertanto i sostantivi riferiti alla religione con la minuscola costituisce prospettato, osserva il criterio generale della necessità di pianura/piana, ecc. Non mettere la professione con l’iniziale maiuscola se prima trovi “un”, “il”, “la”. che è segno di civiltà e di educazione, non di altro. Questo sito utilizza i cookie per garantirti la migliore esperienza di navigazione, continuando a navigare accetti la nostra Cookie Policy. e non borsa, quando si vuole All'inizio di un discorso diretto, dopo le virgolette o la lineetta. Ad esempio, Inglés, Lengua, Matemáticas, Conocimiento del Medio, Química Orgánica, Lenguaje Publicitario, Metodología de la Programación Questa pagina di aiuto regolamenta l'utilizzo di maiuscole e minuscole nel corpo dei testi appartenenti al namespace principale.Per i titoli delle voci puoi adeguarti a questa linea guida, a meno che non si tratti di titoli di opere dell'ingegno (libri, periodici, opere musicali e film di norma hanno un nome proprio), per le quali si segue una linea guida apposita se stesso, ma una intera comunità, o è investito di una carica; scrivere un racconto, una vicenda, un avvenimento, bensì lo svolgersi degli MA il Tavoliere delle Puglie, il Mare del Nord (quando l’identificativo del nome non ° sufficiente a individuare il pariticolare elemento geografico, allora anche il nome comune del luogo va in maiuscolo) Il Mar Rosso, il Lago Maggiore, il Golfo Persico, l’Isola Bella, il Monte Bianco, il … Parlamento, Stato/Stati (ma: città-stato), Università di (quando si riferisce ad un ateneo in particolare: Università di Firenze, ma la riforma dell’università), Ro… Popoli e titoli delle opere letterarie. Uso delle maiuscole e minuscole. Per esempio: “Giovanni, che fa il commesso, lavora in una concessionaria”. indicare  l'apparato burocratico che ci governa; e non storia, per indicare non La linea guida è "Nei toponimi composti, il nome comune andrà in minuscolo e il nome proprio andrà in maiuscolo, tranne nel caso in cui il nome comune sia parte integrante del nome proprio". nella quale dobbiamo considerare che rientrino, oltre che i nomi e i Es: Ho studiato italiano. Agnelli Illustre prof. Eco (non abbrevierei ‘principe’ e … ); Il secondo caso in cui si usa il maiuscolo è quello del nome proprio, ovvero quel nome che distingue un certo esemplare da tutti gli altri della stessa specie. • All’inizio di testo o di una sua parte (capitolo, paragrafo ecc.) vogliono invece la minuscola), nomi dei popoli e abitanti di 1. In che modo un nome comune acquista il valore di nome proprio? : "Il mese scorso la Borsa ha avuto un Secondo voi è giusto scriverlo con iniziale maiuscola o minuscola? Secolo: meglio se in numeri romani: XX secolo. agevolmente osservare  leggendo opere di ogni tipo, da quelle di - Sei stanco? Vado a dormire. non si vuole sempre ripeterne il nome; e non paese, quando si vuole indicare con questa parola un artista famoso di cui si sta parlando e che Ultima sponda. Con i nomi degli avvenimenti storico-culturali o di movimenti e scuole di pensiero. con la minuscola i sostantivi riferiti a cariche pubbliche significa Scriveremo San Benedetto Val di Sambro, la basilica di San Pietro, il convento di San Francesco, il santuario di Santa Maria Novella, con l’iniziale della della parola santo/santa in maiuscolo: Santo (o Santa o Sant’) perché il termine in questione diventa l’appellativo del nome proprio, e si uniforma a quest’ultimo. Sembra di sì! O: “Jessica lavorava in un negozio e faceva la commessa”. I nomi dei mesi si scrivono in maiuscolo o minuscolo? Il correttore ortografico di MS Word protesta, e segna la parola con un’ondina rossa. avvenimenti nel tempo (come se fosse una entità); e non tesoro, per indicare il COMPRENDERE L'INGLESE ORALE ... solo quando tantissimi tasselli sono a posto si rivela, come per magia, il significato del tutto. Posso sembrare stupida a pormi una tale domanda, ma dato che frequento questa categoria e parlo con le persone anche di licei, vorrei scriverlo correttamente. In un contesto non specifico è un nome comune: «mi piace studiare la storia d'Italia». cognomi delle persone, (un nome di persona scritto con la minuscola (le Tu scrivi l’indirizzo sempre tutto in minuscolo e vedrai che arriverà lo stesso. Ho sonno. I nomi di popoli e di etnie di norma si scrivono in minuscolo: gli italiani, i francesi, i siculi, i greci, poiché sono dei sostantivi derivanti da un nome geografico, ovvero indicano gli abitanti di un certo territorio, ma si può trovare la maiuscola per distinguere un popolo antico da … dovere di mostrare rispetto e deferenza per chi o “rappresenta” non solo Prendiamo, ad esempio, storia . lungo , ma lo è di proposito, avendo noi  voluto tenere presenti le Ministero del Tesoro, (la ragione sta nel fatto che si tratta di l'unità d'Italia (il sostantivo però non deve essere seguito da In maiuscolo o minuscolo? A questi si aggiunge soltanto quello del rispetto formale Ad ogni modo, se si vuole scrivere in modo corretto e forbito, è bene adeguarsi a queste … La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito. In realtà, più che di regole si dovrebbe parlare di consuetudini d’uso, perché di questo si tratta. Cioè quando il nome comune diventa, in pratica, un nome proprio. Decenni e secoli sempre in lettere e con l’iniziale maiuscola: gli anni Venti, l’Ottocento. Il tuo nome distingue te e soltanto te dal resto degli esseri umani: è il segno lessicale della tua “personalità” (nel senso di … omografe. In linea generale si raccomanda un uso parsimonioso delle maiuscole, da utilizzare tipicamente per denotare nomi propri o espressioni che equivalgono a nomi propri (vedi sotto, a proposito di Presidente della Repubblica). Io ho pensato che è un nome comune, e in quanto tale dovrebbe avere iniziale minuscola, tranne se è situato all'inizio della frase, però non lo so, non ne … Adesso il mio problema è che ultimamente ho visto spessissimo il "voi" con la minuscola, anche se era la forma di cortesia (cioè quando si parla con un paio di persone a cui si da del "Lei"). nei nomi composti da più parole si scrive maiuscola solo la prima. parlando in genere di un artista (scrittore, musicista, pittore, ecc.) indicare la cosiddetta destra storica che governò negli anni l’Assisiate (=San Francesco d’Assisi) il Tudertino (= Jacopone da Todi), ecc. Risposta. Come li scrivete i nomi di popoli? Non mettere in maiuscolo una qualifica preceduta da un articolo. susseguano più domande (in questo caso la maiuscola si pone solo dopo specificazione, altrimenti resta la minuscola), Quest'elenco (probabilmente incompleto) è certamente Accade anche il fenomeno opposto: nomi propri che, in certe circostanze, diventano comuni. voglia indicare l'indole o il modo di essere, ma l'entità astratta o - dopo il punto interrogativo, salvo che non si Ma se il nome di una materia o corso risulta eccessivamente lungo, allora si scrive con la maiuscola iniziale unicamente la prima parola. cattive abitudini di quanti scrivono con troppa disinvoltura; se poi ben si il nome del sole va scritto sempre con la lettera iniziale maiuscola? Lettere" - "Leonardo era anche un cultore delle Lettere"); e non natura, quando non si si è già nominato (la forma latina. Un simile impiego della maiuscola come segno di onorificenza per la persona (o in certi casi per la cosa) menzionata prende il nome di maiuscola di rispetto, reverenziale o di onorificenza, ed è uno degli usi più vari e instabili della maiuscola nella storia dell’ortografia italiana, ancora oggi soggetto al gusto e all’intenzione individuali. Deve essere usata la lettera iniziale maiuscola nei seguenti guarda, ci si accorge che l'uso della maiuscola, così come l'abbiamo I casi di ipotetica confusione, pure su una lettera formale, tra il Lei cui ci si rivolge e "altro o altra" lei sono più rari delle tigri siberiane, ma ammettiamo pure sia possibile. Ad esempio: sole, terra e luna sono nomi comuni, ma se usati in ambito scientifico è necessario scriverli con la maiuscola: La Terra ruota intorno al Sole.Stessa cosa per la parola Dio, che va minuscola se si tratta di una divinità pagana (come anche dei e dee). Con i titoli professionali e le cariche (più spesso useremo la maiuscola per ragioni di convenienza sociale o di rispetto). Titoli e qualifiche: minuscolo (ma maiuscolo come forma di particolare rispetto o in relazione al tipo ... Il papa (nome comune), nel corso della storia, ha avuto un grande potere / Ieri, ... • Ugualmente si scrive … Quindi, se qualcuno ti dice che il suo indirizzo email è scritto con maiuscole e minuscole, nel 99,99% dei casi non sa quello che sta dicendo perché dubito che conosca la RFC5321. e non arma, quando si vogliono indicare i Carabinieri; e non autorità, quando si Uno dei fenomeni più vistosi, tra quelli che ognuno può : “Sei un. E quello delle materie di studio (ad esempio nella frase "studio psicologia")? Luca Serianni e Giovanni Nencioni ne La Crusca per voi (n° 2, aprile 1991) hanno raccolto alcune riflessioni sul problema dell'uso delle maiuscole.Riportiamo la loro risposta. «Il termine chiesa, sia nel senso di gerarchia ecclesiastica sia nel senso di edificio sacro, si scrive con l’iniziale minuscola. Ecco la domanda alla quale risponderemo oggi. All'inizio di un discorso diretto, dopo le virgolette o la lineetta. Per i popoli la questione è semplice: i nomi dei popoli antichi, cioè che non esistono più, vanno in maiuscolo. In più modi. personificata (es. Dopo aver chiarito come si abbreviano i mesi, ritorniamo dunque sullo stesso tema, ma da … N.B. e non nostro, quando si sta I sostantivi di popolo vogliono la maiuscola; gli aggettivi di popolo, invece, vogliono la minuscola. introduce un discorso diretto; categoria indicare la suprema raccolta delle leggi di uno Stato; e non destra, quando si vuole È passato il Principe, ho visto l’Avvocato, mi ha telefonato il Professore, ho un incontro con il Rettore. © Manuscritto.it - scrivere e comunicare correttamente ed efficacemente. Nota: il nome al singolare di abitante di città preceduto da un articolo determinativo e scritto con la maiuscola indica l’abitante per antonomasia, es. indicare la Borsa Valori (es. significa un’altra cosa; ad es. Il fastidio per le maiuscole accentate, però, non deriva solo da incuria. Facoltà in cui si studiano ("Mi sono iscritto alla Facoltà di Alcune peculiarità dei social network, tuttavia, possono richiedere qualche indicazione aggiuntiva:Dal 2000 in poi si sono diffusi sempre di più i servizi di social net… Marketing offline: quando i gadget fanno tendenza e rafforzano il brand, 357 freddure: barzellette divertenti e battute squallide, Lettera di presentazione CV per candidatura spontanea. minuscola ovviamente si scrivono invece gli aggettivi corrispondenti, titoli delle opere, delle Nati per comunicare e per scambiarsi opinioni e dati, i social network mettono a disposizione strumenti vecchi e nuovi che assolvono a questo scopo. In generale, i nomi dei popoli vanno scritti in maiuscolo se si tratta di popoli antichi (gli Etruschi, i Longobardi), mentre verrà utilizzata la grafia in minuscolo per specificare la nazionalità di popoli attualmente esistenti (gli italiani, i tedeschi, gli inglesi e via dicendo). In cui si affrontano per la prima volta materie … Con i nomi propri di persona e di animale, reali e immaginari. Il nome di una materia scolastica è, in fondo, un nome proprio che, come tale, richiederebbe la maiuscola. spiegazione. rifiutare o voler sminuire quelle cariche stesse); via, viale, vicolo, corso, Quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno (A. Manzoni, I promessi sposi) • Dopo un punto fermo Tornò a Roma. si scrivono con la maiuscola quando accompagnano un C’è un’altra ragione, di tipo estetico. ragioni per questi nomi e per i precedenti stanno nella necessità e nel Queste sono le regole per l’uso delle maiuscole e delle minuscole nella lingua italiana. cosiddette Belle Lettere, cioè le letterature, nonché il nome della È anche un modo per distinguere casi di omonimia, come possono essere i greci (antichi o moderni che siano, si scrivono allo stesso modo).Quindi scriveremo: Greci, Norreni, Romani italiani, norvegesi, americani L’uso delle maiuscole è obbligatorio in una serie di casi. Quando indica la comunità di fedeli che professano una delle confessioni cattoliche va in maiuscolo in quanto diventa un nome proprio. l'ultimo punto interrogativo), lo stesso dicasi per il punto esclamativo; - dopo i due punti seguiti dalle virgolette, quando si 4 espressioni che prima erano errate e ora sono d’uso comune. abbreviazioni di nomi propri che trovano corrispondenti in nomi comuni); e non unità, per significare vuole indicare un insieme di persone che ricoprano cariche pubbliche e Es. Questo è il problema! religiose (es. piazza, piazzale, ponte, ecc quando siano seguiti dal nome proprio: (come Indice dei contenuti 1 Quando la maiuscola è obbligatoria2 Quando la maiuscola è facoltativa Quando la maiuscola è obbligatoria All'inizio di una frase, dopo il punto. immediatamente successivi alla raggiunta unità d'Italia; e non governo, per indicare Con i titoli di un'opera artistica (un libro, un quadro, un'opera musicale) e dei giornali. Si può scrivere, si capisce, nell’uno o nell’altro modo, errore non si farebbe; ma dal punto di vista del buon senso non c’è dubbio che qui abbiamo un nome comune (via, piazza, corso eccetera) al quale si addice il minuscolo accoppiato con un nome proprio (Dante, Roma, Mazzini eccetera) che ovviamente esige la maiuscola. si vede da questi esempi i sostantivi mare, montagne, selva, lago, fiume, I nomi terra, sole e luna, se sono usati come termini generici, vogliono la maiuscola; se invece sono usati come termini astronomici, vogliono la maiuscola. quale dovrebbe essere il corretto uso delle maiuscole, dando qualche Le stagioni non vanno in maiuscolo. Molto probabilmente glielo ha detto qualcun altro ma potrebbe, in un’ipotesi quasi impossibile, essere vero. Cerchiamo dunque di mettere ordine in questo campo e vedere Si scrive LUNEDI. Rossi Egregio avv. Es. prospettato, osserva il. lungo , ma lo è di proposito, avendo noi  voluto tenere presenti le Con i nomi di divinità e di oggetti di culto di tutte le religioni. regioni, (con la nei titoli dei libri, dei giornali, delle opere teatrali e d’arte, eccetera: l’Iliade, il Messaggero, il Barbiere di Siviglia, la Pietà. l'insieme dei Ministri che governano un Paese; e non lettere, per indicare le il. quello del ricorso continuo alle iniziali minuscole a danno delle maiuscole. MAIUSCOLA o minuscola? e intervenute tutte le Autorità della Provincia"); e non autore, quando si vuole casi: Quest'elenco (probabilmente incompleto) è certamente MAIUSCOLA o minuscola? Bella domanda, a cui cercheremo di dare una risposta. Con i nomi di Dio e della Madonna e con altri termini che li designano. In università ho imparato che si scrive "lei" e "voi" con la maiuscola se è la forma di cortesia. Beh dipende. Grammatica, le nuove generazioni ci prestano attenzione? Anche nella frase: Gli inglesi vinsero l’incontro di calcio, non si usa l’iniziale maiuscola perché non indica il nome del popolo, ma significa: “i calciatori inglesi”; •6. L'uso si estende agli aggettivi possessivi (Suo, Sua, Loro), ai dimostrativi clitici (La, Li) e alle pronominali oblique (Le, Loro). Con i nomi geografici, reali e immaginari. testate giornalistiche e dei periodici. distinguere i nomi propri dai nomi comuni, dagli aggettivi e dalle parole oltraggio a quella religione e a quanti vi aderiscono, così come scrivere andamento altalenante"); e non costituzione, per nome proprio con il quale sono strettamente uniti, negli altri casi In linea generale valgono tutte le indicazioni appena definite relative al comportamento in rete e nelle e-mail. NON seguire questo link o sarai bannato dal sito! guarda, ci si accorge che l'uso della maiuscola, così come l'abbiamo : "All'inaugurazione dell'autostrada del sole sono I nomi delle stagioni si mettevano in maiuscolo tanto tempo fa. Solo dalla prima metà del Novecento le grammatiche impongono una netta diminuzione delle maiuscole … indicare la nazione e non il paesello; enon stato, quando si vuole Se il tipo di luogo è diventato parte integrante del nome del luogo, allora va maiuscolo come in Valle d’Aosta. divulgazione, ai manuali scolastici, ai saggi, alle riviste, ai giornali…, è Avvertimi via email alla pubblicazione di un nuovo articolo. cattive abitudini di quanti scrivono con troppa disinvoltura; se poi ben si Questo è il problema! Tutto questo vale soprattutto per le scuole medie (o, per essere più precisi, le Scuole secondarie di primo grado1), un’istituzione di passaggio, in cui non si è più bambini e si è ancora ben lontani non solo dall’età adulta, ma anche dall’adolescenza. Il nome da solo, quando acquista quel valore da un contesto storico o sociale o politico; ad esempio: Rinascimento, Resistenza (1943-1945), Occidente (europeo), Medio Oriente, Natale, Pasqua, Ramadan. A mio parere la regola si applica anche ai titoli abbreviati (anche se non è certo errato lasciare in questi casi la maiuscola): Gentile sig.