Dopo circa 700 metri si raggiunge una radura e, lasciando sulla destra un gruppo di casolari, si prosegue in discesa a mezza costa fino a raggiungere la strada provinciale. Uno spettacolare mucchio di case antiche addossate al fianco della montagna. Lungo l’itinerario è possibile fare tappa all’Abbazia di San Pastore, ove si giunge dopo un’ora e 30 minuti di cammino e 3,5 km di percorso. Ancora oggi quei [...], Chiostro del Santuario La Foresta"...Francesco per sua divozione andò a santo Jacopo di Galizia..." I Fioretti di San Francesco, IV, [...], Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Già iniziato il 20 settembre, raggiungerà la meta il 4 di ottobre, giorno dei solenni festeggiamenti del Santo della natura Patrono d’Italia. Da Fontecolombo si riparte in direzione dell’abitato di S. Elia, per un tratto di 2 km (dislivello 150 m – tempo di percorrenza 30’). S.E. Nella Valle Santa Reatina inizia il Cammino di Francesco che porta nella Rieti medievale, nei Santuari di Greccio, la Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo incastonati nel verde dei boschi. : Books “Da Francesco a Francesco” è il Cammino che l’Unione delle Pro Loco del Lazio e dell’Umbria organizzano dalla Basilica di San Pietro a Roma fino alla Basilica di San Francesco ad Assisi. Noi ti seguiamo, Signore Gesù, ma tu chiamaci perché ti seguiamo. Il Cammino di Francesco è il percorso che il Santo compì nella Valle Santa fino a Roma. Svoltare a sinistra ed imboccare una strada secondaria in salita, delimitata da grandi querce, in direzione di Borgo S. Pietro. Una secca svolta a sinistra consente di imboccare un ripido sentiero in discesa che costeggia un ruscello fino a raggiungere il percorso principale all’altezza dell’attraversamento del fosso del Trifoglio. Si attraversano belle e solitarie strade di campagna che corrono sulla sommità dei rilievi in direzione est-ovest verso l’abitato di Piani Poggio Fidoni. Si procede per 1.900 m (dislivello 160 m) quindi in direzione Fontecolombo su strada comunale e poi su sentiero, fino al Santuario di Fontecolombo (569 m slm) dopo circa un’ora di cammino. Assisi e La Verna sono i più conosciuti, ma anche il reatino giocò un ruolo fondamentale nella vita di Francesco, tanto che la valle di Rieti è conosciuta come Valle Santa. Ripartendo dal Faggio si lascia alle spalle la chiesetta e si prosegue su un ampio prato in fondo al quale si imbocca un sentiero tra gli alberi in ripida discesa fino a raggiungere una strada sterrata. Proseguendo, la strada attraversa le colline con un percorso di 2,5 km, caratterizzato da un leggero saliscendi, in larga parte ombreggiato da grandi Roverelle, che conduce fino a Contigliano, che accoglie il pellegrino con il vecchio borgo di Contigliano Alto, sovrastante l’abitato di più recente costruzione. It is also known as the birthplace of the contemporary singer-songwriter Lucio Battisti. Permalink. Continuando la discesa verso il Santuario della Foresta, si incontra il Santuario di San Felice all’Acqua. Il Cammino di Francesco nella Valle Santa: alla scoperta dei santuari reatini; Viaggi. Subito dopo una fontana svoltare a destra e dopo un ripida salita in battuto di cemento proseguire, lasciandosi una pineta sulla sinistra, fino a raggiungere, dopo meno di 2 Km il Faggio di S. Francesco. Proseguire lungo il fiume e al primo incrocio tenersi sulla destra. Ammirabile, egli emerge [...], I paesi che sorgono lungo il Cammino conservano centri storici non toccati dal tempo. I torrenti, come il Turano, scorrono veloci tra rocce e boschi. Le tappe del Cammino nella Valle Santa >> La Via Francigena di San Francesco . Il fiume Velino, dal blu intenso, solca tutta la pianura ed entra nella città di Rieti portandovi trote e germani reali. Il cammino attraversa in leggera discesa i centri di Case Colasanti, San Gregorio davanti a l’omonima Chiesa, e Civitella offrendo alla vista, ad est, il massiccio del Terminillo e ad ovest, la Piana Reatina, con in primo piano i laghi Lungo e Ripasottile. Lunghezza: 21,5 KmDifficoltà: mediaDislivello: +430 -250Tempo: 9 ore. Dal Santuario di Poggio Bustone (Convento di San Giacomo, 818 metri sul livello del mare), percorsi circa 200 metri sulla sinistra si prende il sentiero n. 421 che indica Cima D’Arme; il sentiero è segnato con bandierine Rosso-Bianco-Rosso. Questa tappa del Cammino di San Benedetto coincide, pur con percorrenza in senso inverso, con l’ultima tappa del Cammino Di qui passò Francesco. Una secca svolta a sinistra consente di imboccare un ripido sentiero in discesa che costeggia un ruscello fino a raggiungere il percorso principale all’altezza dell’attraversamento del fosso del Trifoglio. La prima volta che vi giunse fu con molta probabilità nel [...], La terra reatina è culla del monachesimo. Il santo attraversò la Valle Reatina e fondò il primo presepe a Greccio. Si gira a sinistra e dopo circa 800 metri si lascia la strada provinciale svoltando a destra su una strada sterrata. Lasciare il percorso “consigliato” all’altezza della località Mazzetelli dove, lasciandosi l’albergo sulla destra, si sale per un ripido sentiero lungo un fosso fino a raggiungere, dopo meno di un Km, la SS Ternana in località Casette e, una volta attraversata, si prosegue per 400 metri circa svoltando poi a sinistra per una strada quasi pianeggiante che dopo 1500 metri circa raggiunge la strada per Leonessa. T'immergerai nella stessa natura spettacolare che avvolse Francesco. Svoltare a destra in direzione del campo sportivo e dopo aver percorso, per circa 2 Km, una strada sterrata raggiungere la SP per Poggio Bustone. San Francesco fece della Valle Reatina, accanto ad Assisi e … I monti sono coperti da boschi secolari, dominati dalla quercia, dai faggi, dai castagni da frutto, dagli elci e dai carpini. Lo stesso percorso che San Francesco fece circa 800 anni fa, quando realizzò a Greccio, nella Valle Reatina (ribattezzata Valle Santa), il primo presepe della storia. Rieti, la Valle Santa (Greccio, Poggio Bustone, Fonte Colombo, La Foresta). The path pursues the route followed by St. Francis and leads to the four sanctuaries he founded in the area. Lo si si costeggia fino ad attraversare, dopo circa 3 Km, la SS Ternana per proseguire lungo il lato opposto del canale fino al Lago Lungo che si costeggia lasciandolo a destra. Dalla Fonte si prende il sentiero n. 420 che conduce a Sella Monte Versanello, a m. 1524; da qui si incrocia il sentiero n. 402 che si snoda sul seguente itinerario: Passo del Lupo m. 1690 – Sella di Cantalice, m.1545 – Sella di Vall’Organo, m. 1850; da quest’ultima Sella si scende al Rifugio “La Fossa” a m. 1505 e su strada sterrata per circa 2,5 Km in leggera salita si arriva a Pian de’ Valli e da qui al Tempio Votivo di San Francesco. Nella Valle Santa Reatina inizia il Cammino di Francesco che porta nella Rieti medievale, nei Santuari di Greccio, la Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo incastonati nel verde dei boschi. Opens at 10:00 AM. San Francesco d'Assisi viaggiò in Valmarecchia nel 1213 alla volta della Romagna. Da qui mancano 2600 metri di una strada sterrata che va percorsa fino a valle, dove si incontra Via dell’ Acquamartina. Lasciata l’Abbazia sulla sinistra, si percorre Via San Pastore che porterà a incrociare più volte la strada provinciale per Greccio. Vivrai un’esperienza unica di spiritualità e purezza. Closed Now. T’immergerai nella stessa natura spettacolare che avvolse Francesco. T’immergerai nella stessa natura spettacolare che avvolse Francesco. Si prosegue transitando sulla scalinata che attraversa il centro storico, dove si possono visitare le antiche chiese di Santa Maria del Popolo e della Madonna della Misericordia. Vivrai un’esperienza unica di spiritualità e purezza. Qui trovò rifugio dalla vanità del mondo, trovò gente semplice e vicina al suo messaggio, trovò una natura dolce e rigogliosa. Si parte da Norcia (il paese natale del Santo) e con 16 tappe, percorrendo 300 km, si arriva a Montecassino, nella valle del Liri. La descrizione del percorso e le informazioni per partire Così, durante l’estate, puoi ammirare la piana che si trasforma in un mare giallo di grano. Arroccati sulle alture, mantengono l'impianto medievale [...], "...Francesco, ha santificato Assisi, sua città natale, ma rifulse nella provincia di Rieti per una speciale predilezione e per lo [...], La presenza di San Francesco nella Valle Santa ha toccato profondamente tutta l'arte reatina, lasciando un segno profondo nell'architettura e [...], Numerose volte San Francesco toccò la terra di Rieti. Il cammino di San Francesco è un percorso ad anello nella Valle Santa Reatina, in Lazio. “Da Francesco a Francesco” è il Cammino che l’Unione delle Pro Loco del Lazio e dell’Umbria organizzano dalla Basilica di San Pietro a Roma fino alla Basilica di San Francesco ad Assisi. Il Cammino di San Francesco. In direzione opposta scorrono le colline interne, con i centri di Poggio Fidoni, Morini, la Val Canera. Il tragitto, con qualche piccola deviazione, consente di visitare i 4 monasteri eretti dal Poverello di Assisi nella Valle Santa e i piccoli borghi della Sabina prima di entrare nella Capitale. Girare a destra in direzione Sud e percorrere, per circa 1.500 metri, una strada asfaltata fino a raggiungere l’argine del fiume Velino. Viaggio a piedi in libertà sui sentieri del “Cammino di Francesco” con bagaglio trasportato minimo 1 massimo 6 partecipanti (6 giorni / 5 notti / 4 tappe) Un anello di sentieri attorno alla “Valle Santa” Reatina che tocca la città di Rieti, i quattro santuari francescani e … Edizione Italiana e Inglese . Si prosegue fino alla chiesa di San Felice, primo Santo dell’ordine dei Frati Cappuccini, costruita sulla sui resti della sua casa natale sotto l’imponente Torre del Cassero. Superato un casolare sulla sinistra, dopo aver percorso in tutto 13 km in circa 3 ore, si giunge al Santuario de La Foresta (550 m slm). Vivrai un’esperienza unica di spiritualità e purezza. Chiesa San Domenico . Qui trovò rifugio dalla vanità del mondo, trovò gente semplice e vicina al suo messaggio, trovò una natura dolce e rigogliosa. A San Francesco sono dedicati numerosi cammini, che toccano i luoghi più importanti della tradizione francescana. Dopo circa 700 metri, superato il Cimitero svoltare a sinistra e subito dopo a destra e proseguire per circa un Km fino alle sorgenti di S. Susanna. Dopo 600 metri circa si raggiunge il paese, lo si attraversa e si prosegue sulla strada principale per svoltare, dopo un breve tragitto, verso sinistra e raggiungere il fosso del Trifoglio. Sul lato opposto della Valle Santa entrerai a Greccio, con l’imponente torre campanaria, e a Contigliano, con i suoi palazzi nobiliari e la grandiosa chiesa collegiata. Girare, quindi, a destra su una strada secondaria in falsopiano fino ad incontrare, di nuovo, la strada per Leonessa all’altezza della casa cantoniera per imboccare una strada secondaria in salita. Attraversato il paese, si prosegue per la località Piano, imboccando in leggera ascesa il sentiero Onnina (dall’omonima sorgente che sgorga in località Piano di Contigliano). Ripartendo dal Faggio si lascia alle spalle la chiesetta e si prosegue su un ampio prato in fondo al quale si imbocca un sentiero tra gli alberi in ripida discesa fino a raggiungere una strada sterrata, si svolta quindi a destra continuando a scendere per un breve tratto. Sono in pochi a conoscere questi gioielli incastonati tra l’Umbria e il Lazio. Il Cammino di San Benedetto è uno dei nostri preferiti, sia per la varietà del territorio che attraversa che per la sua bellezza. Tanti sono i motivi che hanno condotto San Francesco a Rieti, tra questi sicuramente la bellezza della natura. Percorsi circa 2 chilometri, sulla sinistra si incrocia un sentiero che si inoltra in coltivi sistemati in larghi terrazzamenti, attraversa la località Poeta, segue per 1 chilometro una strada comunale e si dirige verso San Liberato per una percorrenza complessiva di 5 chilometri. Il 25 26 e 27 settembre, camminiamo in Valle Santa. Dal Santuario de La Foresta (550 m slm) il percorso per raggiungere la città di Rieti è in leggera discesa (tempo di percorrenza 40 minuti). Vivificali, sei la vita! La Valle Santa offre importanti testimonianze degli insediamenti umani nelle ere preistoriche, come il cosiddetto Ripostiglio di Contigliano nel quale [...], 1181 o 1182 - ad Assisi nasce Francesco Bernardone 1202 - Perugia e Assisi si scontrano nella battaglia di Ponte [...], "...la città di Rieti esulti, goda, si glori del suo tesoro incomparabile, il beato Angelo, cittadino reatino. Se cerchi il cibo, Egli è il nutrimento. Il nucleo del primo Cammino nella Valle Santa è di 80 km, inaugurati nel dicembre del 2003, ed articolato in cinque tappe, santificate dalla presenza diretta di San Francesco. Codice Fiscale: 91109800408. Lungo i sentieri del Cammino di Francesco, durante le diverse stagioni dell’anno si ha una straordinaria varietà di specie animali e vegetali e una grande varietà di aspetti geologici che raramente potrai trovare in altri luoghi. : Amazon.ca: Frugoni, Chiara. Unendoti al Cammino ripercorrerai i sentieri e le strade che San Francesco amò. Già iniziato il 20 settembre, raggiungerà la meta il 4 di … La parte centrale del cammino di San Francesco si snoda nella Valle di Spoleto (o Valle Umbra), tanto cara a Francesco: Nihil iucundius vidit mea valle spoletana. Dopo aver percorso circa 2 Km si giunge a due abitazioni, superate le quali, dopo circa 200 metri si svolta a destra e si prosegue costeggiando il Canale di S. Susanna fino al primo ponte ove si trova un’area attrezzata di sosta. Troverai sentieri e strade di rara bellezza. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Lasciare il percorso “consigliato” all’altezza del ponte S. Angelo in località Mazzetelli. Domenica 20 OTTOBRE 2019 h. 17.30 – Rieti . Il Cammino di Francesco è il percorso che il Santo compì nella Valle Santa. Senza di te nessuno potrà salire. Numerose abbazie, pievi e conventi testimoniano il fascino spirituale di questo territorio, che racchiude centri storici ricchissimi di arte e storia. Grandi e potenti abbazie dominarono nei secoli centrali del Medioevo. A quote più alte prosperano abeti, larici e agrifogli. Di seguito il ricco programma . Tanti sono i motivi che hanno condotto San Francesco a Rieti, tra questi sicuramente la bellezza della natura. Raggiunta poi la SP per Poggio Bustone la si percorre per circa un Km per riprendere il percorso “consigliato”. Subito dopo si attraversa l’area archeologica della Villa di Quinto Assio e proseguendo in leggera discesa sulla destra si giunge ad una immagine sacra della Madonna. Page Transparency See More. VENERDI 25 SETTEMBRE Ore 17,30 – Visita guidata al Museo Archeologico di Rieti (Ingresso 3,00 Euro). A Borgorose apre il Museo Archeologico del Cicolan... L’Amatriciana riconosciuta dall’Unione... Esposizione Permanente su Antonino Calcagnadoro e Giuseppe Ferrari, Rieti, Sospese le visite alla Mostra “Robe da Matti”, Leonessa Bike Experience la novità delle due Ruote, Rieti, Realizzato il Primo Orto Botanico Medievale.